I problemi del cuoio capelluto più frequenti. Cause e tipi

I problemi del cuoio capelluto più frequenti. Cause e tipi

Il fastidioso prurito e la caduta dei capelli sono problemi spesso causati da malattie al cuoio capelluto. Conoscere le malattie più frequenti che potrebbero capitare anche a te, e scopri come trattarle efficacemente per avere capelli sani e belli.

Le malattie del cuoio capelluto stanno diventando sempre più frequenti, e affliggono persone di tutte le età e di entrambi i sessi. Si manifestano perchè la pelle del cuoio capelluto è diversa da quella delle altre parti del corpo, è facilmente irritabile e un ambiente ideale per lo sviluppo di diverse infezioni.

Perchè il cuoio capelluto si infetta?

Una delle caratteristiche del cuoio capelluto è l'elevato numero di recettori e sebo prodotto rispetto alle altre parti del corpo. Il cuoio capelluto è inoltre un ambiente abbastanza caldo, quindi ideale per lo sviluppo di funghi e microorganismi.

Inoltre, il cuoio capelluto è molto sensibile, a causa di un difetto congenito o di fattori esterni, quindi si irrita più facilmente e le infezioni sono più difficili da curare.

Aggiungendo una scarsa idratazione causata dall'utilizzo frequente di shampoo altamente detergenti e seccanti, una mancanza di nutrimento corretto e le allergie... scopriamo che il cuoio capelluto è la parte di pelle più suscettibile allo sviluppo di diverse malattie.

Quali sono le malattie del cuoio capelluto?

Sappiamo già che il cuoio capelluto può essere esposto a moltissimi tipi di malattie. Bisogna essere a conoscenza delle malattie più frequenti, così che, se necessario, sarà più facile determinare un possibile problema e introdurre un trattamento appropriato.

Le malattie del cuoio capelluto più comuni sono: infezioni fungine, dermatite seborroica, psoriasi, forfora, pediculosi e diverse forme di alopecia.

Come si curano le malattie del cuoio capelluto?

I trattamenti dipendono dalle malattie con cui si ha a che fare. Alcuni prodotti possono aiutare ad eliminare la forfora, mentre altri aiutano a rimuovere i pidocchi. Consulta un tricologo o un dermatologo prima di intervenire su qualsiasi caso per scegliere i giusti metodi di trattamento.

Tuttavia, esistono diverse regole da seguire ogni giorno in tutti i casi. Le malattie del cuoio capelluto lo indeboliscono molto e lo irritano, quindi è importante introdurre vitamine, minerali, acidi grassi e umettanti per alleviare le irritazioni. Come si fa?

  1. Assicurati di fornire al cuoio capelluto un'idratazione ottimale, per non lasciarlo troppo secco.
  2. Usa solo shampoo delicati per lavare capelli e cuoio capelluto.
  3. Evita cose che potrebbero essere irritanti, come cosmetici contenenti alcool, e prodotti per lo styling.
  4. Riduci l'utilizzo dell'asciugacapelli, della piastra e dello styling a caldo.
  5. Sostituisci i cosmetici sintetici con gli oli naturali.

Quando si tratta di oli, ricorda che se usati correttamente e secondo le giuste modalità, possono aiutare a trattare la salute di capelli e cuoio capelluto. Scegliere il giusto olio naturale è fondamentale per una buona cura quotidiana, perchè aiuta nella cura delle malattie del cuoio capelluto. L'olio più consigliato per il cuoio capelluto, che rinforza le radici, previene la caduta dei capelli, cura la forfora, riduce i capelli grassi e accelera la loro crescita è l'olio di ricino

Le malattie del cuoio capelluto più comuni

PEDICULOSIS CAPITIS (infestazione di pidocchi)

Questo problema ricorda a molti il periodo scolastico. Le scuole sono il luogo più facile dove essere infettati dalla pediculosi, una malattia causata dai pidocchi umani, piccoli insetti che si nutrono del sangue del cuoio capelluto. Il primo passo nel trattamento della pediculosi è, purtroppo, il taglio dei capelli. Successivamente si dovrebbe utilizzare un trattamento con un farmaco, ad esempio uno shampoo. Uno degli strumenti più efficaci per eliminare i pidocchi è il pettine elettrico, ma puoi anche utilizzare metodi fai da te, come oli essenziali, aceto, e risciacqui di rosmarino, e seguire un'igiene corretta.

MICOSI (infezione fungina)

Caduta eccessiva dei capelli, desquamazione, dolore e bruciore sono i primi sintomi della micosi del cuoio capelluto, dovuta ai funghi, che attaccano soprattutto le persone con scarsa immunità. Le infezioni fungine non attaccano solo i capelli, ma anche i capelli. Se si manifesta questa malattia, è importante reagire subito dopo aver scoperto i primi sintomi, in modo da avere un trattamento più facile.

La micosi del cuoio capelluto ha diversi tipi:

  • tricofitosi  - si manifesta con delle macchie nere e una caduta parziale dei capelli, che causa zone calve e pruriginose sulla testa;
  • Microsporosi - si manifesta con macchie sulla pelle simili a quelle della tricofitosi, ma si espande molto più facilmente degli altri tipi di questa malattia;
  • Favus - si manifesta con la perdita della maggior parte dei capelli e l'esfoliazione gialla della pelle, che non solo è pruriginosa, ma ha un odore molto sgradevole.

Una diagnosi accurata è il primo passo verso l'introduzione del trattamento corretto. Utilizza preparati con componenti fungicidi (solitamente per via orale), unguenti igienizzanti, e shampoo con ketoconazole. L'infezione fungina del cuoio capelluto richiede anche tagli frequenti e la sostituzione di tutti gli accessori per capelli, come spazzole, pettini, etc.

FORFORA 

Quando si parla di malattie del cuoio capelluto è impossibile non menzionare la forfora. Si tratta di una condizione spiacevole che, purtroppo, affligge sempre più persone. A volte si tratta di un problema una tantum, ma può anche essere ricorrente. Le cause della forfora sono diverse: possono essere cause genetiche, stress, disturbi ormonali, routine di cura sbagliate e... funghi!

Esisono diversi tipi di forfora:

  • Forfora correlata alla pelle secca - la varietà più comune, non provoca infiammazioni, e si manifesta con piccole chiazze bianche di pelle secca che si staccano e cadono;
  • Forfora grassa legata al cuoio capelluto - si sviluppa spesso dalla forfora secca, è accompagnata da infiammazione e prurito, si manifesta con scaglie gialle sulla pelle e capelli grassi;
  • Tinea versicolor - è un'infezione fungina della pelle, che si manifesta con macchie scure o giallastre sulla pelle (non necessariamente solo sulla testa) e prurito;
  • Pitiriasi rosea - colpisce spesso bambini e adolescenti, si manifesta con minuscole macchie rosse su varie parti del corpo, che scompaiono spontaneamente dopo circa un mese;
  • Forfora seborroica - una variante della forfora oleosa trattata come un'allergia, è anche accompagnata da seborrea, le scaglie della pelle non sono gialle, ma bianche e secche.

Il modo più facile per eliminare la forfora è utilizzare uno shampoo antiforfora, che però creano dipendenza. Ricorda che la cura dei capelli con forfora non è facile. Ti consiglio di andare dal medico.

DERMATITE SEBORREICA 

Si tratta di una malattia del cuoio capelluto spesso considerata come un tipo di forfora, perchè uno dei suoi sintomi è l'esfoliazione della pelle. Il problema principale di questa malattia è l'infiammazione cronica e la tendenza a tornare, oltre agli eritema e alle croste che si formano sulla superficie della pelle. La dermatite seborreica è stagionale, e appare più frequentemente in autunno e inverno. Inoltre, non esiste un'unica causa di dermatite seborroica, ma le cause sono molte, e includono i cambiamenti ormonali, immunologici ed esterni (funghi, dieta, igiene).

PSORIASI

Una delle malattie del cuoio capelluto più serie è la psoriasi. Si tratta di una malattia autoimmune, quindi causata dal sistema immunitario che attacca le altre cellule nel corpo. La psoriasi del cuoio capelluto si manifesta con i processi di rinnovamento ed esfoliazione dell'epidermide disturbati. Le cellule della pelle si moltiplicano troppo velocemente, l'epidermide cresce, poi cade e si formano delle grandi scaglie. I sintomi della psoriasi non possono essere confusi con altri. Purtroppo il trattamento di questa condizione è molto difficile: non si possono usare preparati grassi e corposi, ma solamente farmaci prescritti dal dermatologo, e shampoo speciali.

ALOPECIA

L'alopecia è un'altra seria malattia del cuoio capelluto. Ovivamente si tratta principalmente della caduta dei capelli in quantità troppo elevate e incontrollate. Le cause più comuni dell'alopecia sono lo stress, la mancanza di ferro e acido folico, la gravidanza, le malattie croniche, i medicinali, e le malattie ormonali, come l'ipotiroidismo. 

L'alopecia può avere diverse forme:

  • Alopecia androgenetica - sicuramente la causa più comune di caduta dei capelli (colpisce fino al 70% degli uomini e il 40% delle donne). Deriva da cambiamenti nel livello di diidrotestosterone;
  • Alopecia areata - una malattia autoimmune del cuoio capelluto. Provoca la caduta in massa dei capelli, che lascia zone calve;
  • Telogen effluvium - è più spesso causata dalla scomparsa dei follicoli piliferi a causa di disturbi ormonali, avvelenamento, infezione o uso di determinati farmaci;
  • Alopecia cicatriziale - alopecia causata da infiammazione cronica, difetti congeniti, cancro o lesioni meccaniche, il cui effetto è la caduta irreversibile dei capelli.

La terapia antibiotica è il trattamento più comune per l'alopecia. Puoi anche utilizzare delle ampolle per capelli, creme alle erbe per il cuoio capelluto, maschere per il viso e oli naturali che, quando massaggiati nel cuoio capelluto, ripristinano la naturale attività dei follicoli piliferi e stimolano il funzionamento dei bulbi.

Importante! Tutte le malattie del cuoio capelluto richiedono una visita con un tricologo o dermatologo, perchè solamente uno specialista può determinare accuratamente il tipo e la causa, e fornire il giusto trattamento della malattia!

Non esitare a condividere la tua opinione sull'articolo con noi.


Commenti: #0


Aggiungi il tuo commento. Sarà pubblicato una volta approvato dal moderatore.
Olio di ricino
Olio di Argan
Spray termoprotettore
Olio di jojoba
Siero viso con retinolo
Politica sulla riservatezza

Il nostro sito utilizza cookie, oltre a cookie di terze parti per gli strumenti esterni. Nel caso in cui l'utente non presti il proprio consenso, verranno utilizzati solo i cookie essenziali. Puoi modificare le impostazioni nel tuo browser in qualsiasi momento. Acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie?

Politica sulla riservatezza