Quale è lo shampoo migliore per il tuo tipo di capelli? Il segreto di una cura dei capelli abbinata correttamente

Quale è lo shampoo migliore per il tuo tipo di capelli? Il segreto di una cura dei capelli abbinata correttamente

Come si sceglie lo shampoo giusto? Rispetto al balsamo, lo shampoo può attrarre meno attenzione. Il suo scopo è solamente pulire. Tendiamo a dimenticare che lo shampoo sbagliato può provocare più danni che altro. Scopri quale tipo di shampoo scegliere e come evitare capelli crespi, opachi e intrecciati.

Chiunque sappia esattamente il tipo di shampoo di cui hanno bisogno di propri capelli alzi la mano. Mentre selezioniamo accuratamente i balsami, analizzando i loro ingredienti, non dedichiamo la stessa attenzione agli shampoo, e molto spesso ne acquistiamo uno casuale o un pacchetto di shampoo e balsamo della stessa linea e marchio. Testiamo tutti i prodotti della profumeria o rimaniamo fedeli ad un cosmetico in particolare. Molte persone non sono sicure del tipo di shampoo più adatto a loro, e tendono a danneggiare i propri capelli.

Shampoo scelto non correttamente

Conosci gli effetti dell'utilizzo di uno shampoo non corretto? Alcuni shampoo potrebbero contenere ingredienti che non corrispondono alla porosità dei nostri capelli, e possono irritare la pelle. Quindi, uno shampoo sbagliato:

  • provoca una spiacevole sensazione di prurito,
  • contribuisce alla formazione della forfora,
  • irrita il cuoio capelluto e indebolisce i bulbi,
  • rende i capelli secchi e opachi,
  • rende i capelli difficili da pettinare e acconciare.

Come si abbina lo shampoo al tipo di capelli?

Teoricamente potremmo lasciarci guidare solamente dalle etichette, ma vale la pena dedicare più tempo alla scelta dello shampoo. La cosa fondamentale è la formulazione del prodotto.

Pertanto, evita shampoo contenenti alcoli, ftalati, petrolio, parabeni e altre sostanze dannose, come detergenti fortemente irritanti (Sodium Laureth Sulfate, Sodium Coco Sulfate, Ammonium Lauryl Sulfate, Sodium Myreth Sulfate, Ammonium Lareth Sulfate, Sodium Cocoyl Sarcosinate, Sodium Pareth Sulfate). Lo shampoo è un cosmetico che ha il compito di detergere capelli e cuoio capelluto, ma non deve essere irritante. Gli shampoo delicati e naturali con sostanze idratanti aggiunte, oli ed estratti vegetali sono l'opzione migliore.

Scoprire e determinare i tipi di shampoo esistenti è ugualmente importante. Gli shampoo più utilizzati sono liquidi, ma si possono trovare shampoo solidi, in crema, oli, etc. Anche lo shampoo secco viene utilizzato spesso per rimuovere il sebo in eccesso e rinfrescare immediatamente il cuoio capelluto senza usare l'acqua. Per scegliere lo shampoo giusto vale la pena ricordare questo punto.

Shampoo vs. tipo di capelli

Dai un'occhiata più da vicino ai tuoi capelli per determinare i cosmetici di cui hanno bisogno, tra cui gli shampoo. I capelli ci danno indizi ogni giorno, ad esempio potrebbero intrecciarsi facilmente o diventare crespi durante le giornate umide. Tuttavia, non tutti riescono a capire le richieste dei propri capelli, e nel post di oggi includeremo alcuni consigli utili su come scegliere il giusto shampoo in base al proprio tipo di capelli. 

Shampoo per capelli secchi e fragili

I capelli duri, fragili e secchi sono l'incubo di molte donne. La soluzione migliore a questo problema è l'utilizzo del giusto balsamo o maschera per capelli. Ricorda anche che gli shampoo sbagliati possono idratare o rendere crespi i capelli e seccarli ancora di più. Gli shampoo migliori per i capelli secchi dovrebbero contenere due tipi di ingredienti: gli umettanti idratanti e gli emollienti protettivi. Sarebbe meglio optare per cosmetici con una formulazione cremosa formati da oli naturali come olio di cocco, olio di avocado e olio di argan, oppure cheratina rinforzante, che evita che i capelli diventino fragili, e la glicerina, responsabile del corretto livello di idratazione. Uno shampoo per capelli secchi non dovrebbe contenere solfati che eliminano l'idratazione di capelli ed il cuoio capelluto.

Shampoo per capelli grassi

I capelli grassi sono il risultato del funzionamento scorretto delle ghiandole sebacee situate sul cuoio capelluto. Il giusto shampoo per questo tipo di capelli non solo ha un'azione detergente, ma si occupa di inibire la seborrea e bilanciare la secrezione di sebo. La composizione di questo cosmetico deve comprendere sostanze detergenti, senza includere ingredienti grassi come oli e siliconi. Inoltre, i capelli grassi adorano rosmarino, salvia, ortica e camomilla, che possiedono un effetto astringente (nota: la camomilla può anche schiarire il colore dei capelli). Quindi, in questo caso, uno shampoo alle erbe è la soluzione migliore. Non dimenticare tutti gli altri [principi della cura dei capelli], ad esempio, evita di lavare i capelli con acqua calda.

Shampoo per capelli tinti e decolorati

La tinta e la decolorazione sono processi che danneggiano i capelli. Per questo motivo uno buono shampoo per capelli tinti dovrebbe avere una delicata azione detergente, in modo da non peggiorare la condizione di capelli già indeboliti. Sebbene esistano altri prodotti responsabili della rigenerazione dei capelli, è meglio utilizzare uno shampoo ricco di sostanze nutrienti, liscianti, idratanti e rinforzanti, come miele, oli vegetali, cheratina e altre proteine. Per quanto riguarda i capelli decolorati, gli shampoo che riducono il giallo e le sfumature giallastre sono fondamentali (shampoo viola). Per i capelli tinti di colori scuri si consiglia di scegliere shampoo specifici per evitare che la tinta svanisca. Inoltre, gli shampoo migliori migliorano la luminosità dei capelli e hanno un pH basso (massimo 7) per sigillare le cuticole dei capelli.

Shampoo per capelli fini

Può uno shampoo essere utilizzato per rendere i capelli più voluminosi? Certo che sì! Tuttavia, la scelta del giusto tipo di shampoo per capelli fini e piatti può diventare molto difficile. Esistono due opzioni: gli shampoo secchi o gli shampoo liquidi specifici. Gli shampoo del primo tipo rinfrescano i capelli istantaneamente grazie alle loro particelle che assorbono il sebo in eccesso, rendendo i capelli voluminosi e rialzati alla base. Tuttavia, la cura dei capelli non può basarsi solamente sullo shampoo secco, perchè se non lavato per qualche giorno consecutivo, potrebbe irritare il cuoi capelluto, chiudere i pori, e accumularsi. Un buono shampoo per capelli fini deve detergere a fondo i capelli ed eliminare i residui di cosmetici per lo styling. Inoltre, se contiene polimeri e proteine, può rinforzare e ispessire i capelli, aumentando visibilmente il loro volume.

Shampoo per capelli che soffrono di forfora

Chi ha avuto la forfora almeno una volta nella vita sa quanto sia difficile da eliminare. Scegliere il giusto tipo di shampoo è solo una delle tante regole che dovrebbero essere applicate nella cura dei capelli che soffrono di forfora, ma è una delle più importanti. Gli shampoo antiforfora più comuni che si possono trovare in profumeria contengono sostanze che combattono contro diverse infezioni micotiche, come ketoconazolo, acido salicilico, tritionato di zinco, e solfuro di selenio. Tuttavia, dovresti utilizzare questi cosmetici con attenzione, perchè potrebbero provocare dipendenza nella pelle, facendo riapparire la forfora una volta interrotto il loro utilizzo. Un buono shampoo antiforfora deve avere una formulazione leggera e naturale, poichè parabeni, detergenti aggressivi e altre sostanze sintetiche possono irritare la pelle, stimolando le ghiandole sebacee e peggiorando il problema. Gli shampoo migliori contengono olio di ricino, olio di bardana, olio di rosmarino o olio di melaleuca, che inibiscono la forfora.

Shampoo per capelli ricci e crespi

Non tutti sanno che i capelli ricci possono essere eccessivamente crespi e perdere idratazioni se si utilizza lo shampoo sbagliato. Chi ha i capelli ricci deve sempre fare attenzione ai cosmetici che utilizza. La soluzione migliore per i capelli crespi è l'utilizzo di uno shampoo con agenti liscianti, come burro di karitè, olio di cocco e tè verde. Non bisogna farsi spaventare dalle sostanze sintetiche, dato che i famosi siliconi possono donare ai capelli una bellissima lucidità, morbidezza ed elasticità. Tuttavia, la morbidezza dei capelli non può essere accompagnata dalla perdita di volume, e per questo motivo uno shampoo per capelli ricci dovrebbe avere una consistenza leggera ed eliminare bene le impurità e i residui dei cosmetici. In uno shampoo bisogna anche cercare proteine e sostanze idratanti e protettive, grazie alle quali i capelli ricci manterranno la propria vitalità. 

Con quale frequenza bisognerebbe cambiare lo shampoo?

Una delle domande più frequenti riguardo questo problema è la frequenza con cui si deve cambiare lo shampoo.
In realtà non ci sono regole in merito.

Chi sostiene questa teoria afferma che le necessità di capelli e cuoio capelluto cambiano, e con esse bisogna cambiare anche lo shampoo. Una volta che i capelli sono idratati correttamente, possiamo mettere da parte lo shampoo per capelli secchi in favore di uno che aggiunge volume. D'altro canto, chi si oppone al cambiamento di shampoo utilizza gli stessi prodotti da anni con gli stessi ottimi risultati, e non sente il bisogno di introdurre delle alternative.

Un buon compromesso è tenere due shampoo sempre a portata di mano. Prima di tutto, definisci le due necessità principali dei tuoi capelli (ad esempio, cuoio capelluto grasso e doppie punte), quindi, alterna shampoo che contrastano i problemi da te descritti (uno per prevenire i capelli grassi e l'altro, a base di proteine, con un effetto lisciante). Invece di limitarti a cambiare frequentemente lo shampoo,  rispondi alle necessità di capelli e cuoio capelluto. L'aspetto dei capelli e i loro problemi sono i migliori indicatori per la scelta del giusto shampoo.

Un'altra cosa! Sebbene sia chiamato shampoo per capelli, in realtà questo cosmetico si occupa di purificare il cuoio capelluto, e per questo motivo bisogna sceglierne uno che migliori la sua condizione. Se soffri di seborrea del cuoio capelluto e di secchezza alle punte dei capelli, scegli uno shampoo per capelli grassi, che risolverà i problemi alla base dei capelli, mentre un balsamo, una maschera o un siero di occuperanno della rigenerazione delle lunghezze. 

Non esitare a condividere la tua opinione sull'articolo con noi.


Commenti: #0


Aggiungi il tuo commento. Sarà pubblicato una volta approvato dal moderatore.
Olio di ricino
Spray termoprotettore
Olio di Argan
Olio di jojoba
Siero viso con vitamina C
Politica sulla riservatezza

Il nostro sito utilizza cookie, oltre a cookie di terze parti per gli strumenti esterni. Nel caso in cui l'utente non presti il proprio consenso, verranno utilizzati solo i cookie essenziali. Puoi modificare le impostazioni nel tuo browser in qualsiasi momento. Acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie?

Politica sulla riservatezza