Prurito al Cuoio Capelluto. Come Dare Un Po' Di Sollievo Alla Pelle?

Prurito al Cuoio Capelluto. Come Dare Un Po' Di Sollievo Alla Pelle?

Circa il 75% della popolazione soffre di prurito al cuoio capelluto. Esistono due modi per contrastare questo problema: puoi ignorarlo, o contrastarlo con la giusta cura. Ecco i migliori rimedi contro il prurito al cuoio capelluto.

A volte il cuoio capelluto dà prurito, e non puoi smettere di grattarlo. La sensazione è molto irritante, e grattarsi non sembra una cosa appropriata da fare in pubblico. Inoltre, grattarsi è un sollievo solo temporaneo. Se anche tu soffri di prurito al cuoio capelluto, questo post fa per te!

Cuoio capelluto sensibile e secco - sintomi

Come fai a sapere di soffrire per questa condizione spiacevole? La sensazione di pelle che tira e implora di essere grattata è un sintomo ovvio, ed è spesso accompagnato da un dolore abbastanza forte alle radici dei capelli, e alla sensibilità a diversi fattori (prodotti, flusso caldo dell'asciugacapelli, stress, persino toccare la pelle). La sensibilità elevata del cuoio capelluto si manifesta spesso attraverso il prurito, e la pelle appare spesso estremamente secca, tirata, fragile e arrossita, anche se non si direbbe perchè è ricoperta da capelli. Tutti questi elementi potrebbero provocare forfora e caduta dei capelli.

Il prurito è un segnale

Il prurito non è solo un problema che devi eliminare, ma è un segnale del tuo corpo, proprio come la sensazione di pelle tirata del viso indica che la barriera protettiva è debole. Non tutti sanno che il cuoio capelluto (e viso e pelle delle mani) è la zona che può sviluppare più facilmente l'ipersensibilità.

Come si legge il cuoio capelluto? La pelle irritata sulla testa indica una mancanza di idratazione e di protezione naturale lipidica (che è facilmente ripristinabile con un trattamento all'olio per capelli). È un segno che indica di iniziare ad agire, e dedicare più tempo e cure al tuo cuoio capelluto.

Come si cura il cuoio capelluto per contrastare il prurito?

Identificare le cause del prurito è fondamentale. La secchezza, la sensazione di pelle che tira e la desquamazione della pelle sono delle conseguenze indesiderate delle nostre abitudini quotidiane (a cui spesso non facciamo caso), e potrebbero essere connesse a qualche problema, o provocate da fattori esterni o dalla nostra ignoranza o noncuranza della cura dei capelli.

Se riesci a identificare la causa del tuo prurito, potrai scegliere più facilmente il modo per contrastarlo. Trovare la fonte diretta del problema è sempre più efficace di seguire qualche consiglio casuale.

Le cause più comuni del prurito

Il prurito ha tantissime cause. Alcune non possono essere contrastate, come le radiazioni UV (luce solare), le tossine (inquinamento), il freddo, il caldo, la pioggia (condizioni atmosferiche). Possiamo però proteggerci da esse.

Inoltre, alcune cause della sensibilità del cuoio capelluto possono essere contrastate, ad esempio cambiando la propria dieta (inserendo pasti bilanciati e sani), e cercando di evitare situazioni stressanti. Non tutti sanno che indossare cappelli o caschi troppo stretti potrebbe causare prurito, anche se la maggior parte dei problemi relativi al cuoio capelluto deriva da una cura sbagliata. 

Ecco gli errori più comuni che causano prurito al cuoio capelluto:

  • lavaggi eccessivi e utilizzo di prodotti errati, come shampoo aggressivi che rimuovono il rivestimento protettivo naturale sul cuoio capelluto
  • styling a caldo, asciugatura con flusso d'aria troppo caldo che porta all'irritazione del cuoio capelluto
  • uso eccessivo (soprattutto per lo styling) di prodotti che si accumulano sul cuoio capelluto, provocando irritazioni
  • lavaggio con acqua dura ricca di cloro e acqua calda, non risciacquare tutti i residui di shampoo

Ovviamente il prurito potrebbe anche essere un sintomo di malattie del cuoio capelluto, come psoriasi ed eczema, che sono difficili da eliminare senza l'aiuto di uno specialista, come un dermatologo o un tricologo. 

La regola più importante: NON GRATTARTI!

La causa principale del prurito è l'irritazione cronica, che ci fa venire voglia di darci un po' di sollievo grattando la pelle. Ma non bisogna assolutamente farlo! Grattarsi provoca un sollievo temporaneo, e poi causa irritazioni ancora più forti, causando altro prurito... e facendo iniziare un circolo vizioso. Dovresti cercare di evitare di toccarti la pelle, e trovare altri modi per dare sollievo alla pelle.

10 consigli per curare il prurito del cuoio capelluto

Dovresti seguire queste regole fondamentali per la cura del prurito al cuoio capelluto, in modo da ridurre la secchezza, la sensazione di pelle tesa e le irritazioni.

  1. Sostituisci il tuo shampoo con uno contenente ingredienti naturali e delicati.
  2. Cerca di non lavare troppo i capelli e usa sempre acqua tiepida.
  3. Lascia asciugare i capelli in modo naturale, senza asciugacapelli.
  4. Riduci lo styling a caldo, mousse, lacche per capelli, ecc.
  5. Arricchisci la tua dieta con oli e verdure.
  6. Usa gli oli anche nella cura dei tuoi capelli.
  7. Risciacqua accuratamente i capelli, anche due volte.
  8. Proteggere il cuoio capelluto dalla luce solare, dalle tossine, dal calore.
  9. Lascia respirare i capelli ( non usare cappelli e acconciature strette).
  10. Non trattare la spazzola come uno strumento per graffiare, ma pettina delicatamente i capelli.

Rimedi per il prurito al cuoio capelluto

Per ridurre il prurito al cuoio capelluto con dei rimedi fai da te, prova questi metodi.

  1. Pasta di olio di oliva e bicarbonato - mescola 2 cucchiai di bicarbonato con un cucchiaio di olio di oliva e acqua a sufficienza per creare una pasta. Applica il composto sul cuoio capelluto (l'applicazione è più facile dopo aver inumidito i capelli) e lascialo in posa per 10-15 minuti. Risciacqua accuratamente.
  2. Maschera ad avocado e banana - il tuo cuoio capelluto adora nutrienti e grassi presenti in entrambi i frutti. Mescola 2 banane e 1 avocado, applicali sulle radici dei capelli e lasciali in posa per circa 30 minuti. Quindi, risciacqua accuratamente.
  3. Risciacquo con aceto di mele - l'aceto è eccellente contro il prurito. Mescola mezza tazza di aceto con la stessa quantità di acqua, usalo per risciacquare i capelli e massaggialo nel cuoio capelluto. Dopo 15 minuti, sciacqua nuovamente con acqua.
  4. Amamelide americana - usa un idrosol di amamelide naturale e acqua distillata, crea una miscela 1:2 e applicala sul cuoio capelluto. Massaggia per qualche minuto, lascia agire per un po' e risciacqua accuratamente.
  5. Trattamento con tea tree oil - mescola una base delicata, come olio di oliva, argan, mandorla o jojoba, con 15 gocce di olio essenziale di tea tree. Applica la miscela sul cuoio capelluto, lasciandola in posa per circa un'ora, quindi risciacqua accuratamente i capelli.
  6. Gel di aloe vera sui capelli - puoi acquistarlo in farmacia, ma il gel migliore si estrae dalle foglie fresche di Aloe. Strofina il gel sul cuoio capelluto e lascialo in posa per almeno 30 minuti. Risciacqua bene con acqua tiepida.

Non esitare a condividere la tua opinione sull'articolo con noi.


Commenti: #0


Aggiungi il tuo commento. Sarà pubblicato una volta approvato dal moderatore.
Olio di ricino
Olio di Argan
Spray termoprotettore
Olio di jojoba
Siero viso con retinolo
Politica sulla riservatezza

Il nostro sito utilizza cookie, oltre a cookie di terze parti per gli strumenti esterni. Nel caso in cui l'utente non presti il proprio consenso, verranno utilizzati solo i cookie essenziali. Puoi modificare le impostazioni nel tuo browser in qualsiasi momento. Acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie?

Politica sulla riservatezza