Capelli del Mondo. Parte 1: Cura dei Capelli in Asia

Capelli del Mondo. Parte 1: Cura dei Capelli in Asia

I capelli belli sono uno degli obiettivi di tutte le donne del mondo, indipendentemente dal luogo in cui si trovano. Per la maggior parte delle donne, prendersi cura dei propri capelli è un modo di esprimersi, mentre per altre l'idratazione dei capelli ha un valore di un rituale o semplicemente aiuta a definire un'identità tribale. Spesso alcune tecniche di idratazione dei capelli vengono determinate da alcune religioni idiosincratiche. Qualsiasi sia la ragione, la salute e l'aspetto dei capelli sono sempre al centro dell'attenzione. È fantastico vedere quanto possiamo imparare su questo argomento dalle donne di diverse regioni del mondo. Vuoi scoprire come sono i rituali di cura dei capelli nei diversi continenti? Continua a leggere questo articolo.

I Capelli Nei Diversi Angoli Del Mondo- Parte 1 - Asia

Cosa possiamo imparare dalle donne Hindu, Giapponesi o Russe?


In che modo le donne cinesi si prendono cura dei propri capelli - Yin Yang, Profumati Caprifogli e Potente Ginseng 

Le donne cinesi sono famose per avere capelli bellissimi, e nel loro paese la cura dei capelli è un argomento molto serio. Il segreto dei loro capelli bellissimi è l'utilizzo di un'elevata quantità di erbe unite ad una cura dei capelli ispirata alle due forze opposte, lo yin e lo yang. Secondo la prima forza, i capelli hanno devono essere supportati dall'esterno, quindi si concentra sul nutrimento dei capelli e dei bulbi da cui crescono. La seconda forza, il modello contrario, si occupa del "calore tossico" che si propaga in tutto il corpo. Con "calore" si intendono le infiammazioni causate da molti fattori, come diete non bilanciate. Se una delle due forze viene disturbata, bisogna fornire una cura appropriata e immediata, meglio se con sostanze utilizzate da secoli.

  • Hijiki - un tipo di alga marrone (più frequentemente disponibile in polvere da mescolare con acqua o erbe aromatiche, e spesso aggiunta come componente naturale in molti cosmetici). Hijiki è ricco di fibre, ferro, magnesio e calcio. Le alghe secche possono essere immerse in acqua, scolate e mescolate usando un mixer per ottenere una pasta da applicare sui capelli (come una maschera).
  • Gramigna - possiede un'incredibile quantità di vitamine e minerali. Le persone cinesi non solo riconoscono la gramigna per le sue qualità abbellenti, ma anche come elemento di una dieta bilanciata. Infatti, la gramigna fornisce una quantità 30 volte maggiore di vitamina B1 e calcio rispetto al latte, e di più vitamina C e carotene degli spinaci. Solitamente le donne cinesi usano la gramigna sia come cosmetico che come additivo per bevande vitaminiche. Inoltre, il succo di gramigna può essere usato per lavare i capelli o come balsamo per il cuoio capelluto. Questo ingrediente viene spesso mescolato ad altre preziose sostanze vegetali, come alghe hijiki. Infine, la gramigna è spesso usata per detossinare capelli e cuoio capelluto.
  • Privet selvatico - è una pianta che appartiene al gruppo delle oleacee, e il suo estratto promuove la crescita dei capelli. Inoltre, questa sostanza stimola lo yin, quindi donando energia, rinforzando i bulbi piliferi e stimolando la circolazione sanguigna del cuoio capelluto.
  • Caprifogli - questa pianta rampicante dal fantastico odore è molto conosciuta in Cina. È disponibile sotto forma di balsamo e risciacquo per capelli. Questa sostanza viene spesso aggiunta ai prodotti naturali per capelli perchè dona luminosità, morbidezza e lucentezza ai capelli, oltre a dargli un odore magnifico.
  • Ginseng - la radice di ginseng è fantastica, e non solo per il campo beauty, ma soprattutto nel più ampio mondo della cura della persona. Le persone cinesi trattano questa pianta con rispetto perchè è una delle poche sostanze che contengono potenti funzioni ringiovanenti e combattono le cellule tumorali. Inoltre, l'estratto di ginseng supporta la sintesi delle proteine, essenziale per la rigenerazione dei capelli (stimola la circolazione nel cuoio capelluto, e rinforza la matrice dei capelli). Il ginseng fa parte del gruppo degli antiossidanti più potenti, e contiene saponine, note anche come ginsenosidi, glicosidi, vitamine (B1, B2, C), proteoglicani - panaxani e amminoacidi. Infine, contribuisce direttamente ai processi di auto-rigenerazione dei capelli e rallenta l'invecchiamento del cuoio capelluto. 
  • Radice di Persicaria - conosciuta in cina come Fo Ti (He Shou Wu). La medicina cinese considera la radice di persicaria una sostanza tonificante e ringiovanente. Inoltre, se applicato ai capelli, questo prodotto migliora la vitalità dei bulbi piliferi e mantiene il pH del cuoio capelluto (bilancia la produzione di sebo e riduce la seborrea). Questa pianta è ottima per pulire il cuoio capelluto e rinforzare la naturale barriera idrolipidica.


In che modo le donne Hindu si prendono cura dei propri capelli - Olio, Hennè e Segreti della Ayurveda

Le donne Hindu basano la cura dei propri capelli sulla medicina tradizionale, chiamata Ayurveda. I segreti di questa medicina sono scritti nel Libro Sacro, che contiene consigli e ricette primordiali con scopo medico e cosmetico. Le donne Hindu si basano principalmente su questo libro, e trattano la Ayurveda come un oracolo della bellezza. Tutte le ricette provocano fantastici risultati, basti pensare ai capelli bellissimi e lucidi delle donne che vivono in India. 

  • Olio di Cocco - In India questo olio si trova alla base della cura dei capelli. L'olio di cocco è considerato un ingrediente di base e raramente viene utilizzato da solo. Le donne Hindu credono che l'olio di cocco dia risultati migliori se combinato con estratti di erbe o fiori, che intensificano la sua azione. Inoltre, quando mescolato con estratti vegetali, olio di cocco crea un mix impenetrabile che nono solo abbellisce, rinforza e protegge i capelli, ma velocizza la loro crescita e ripara la loro struttura (raggiunge la matrice). Per questo motivo, l'olio di cocco viene spesso usato in infusi con altre preziose sostanze vegetali.
  • Amla - conosciuta anche come Uva Spina Indiana. Gli alberi di Amla sono alti e i loro frutti sono leggermente più grandi dell'Uva Spina Europea, mentre il colore e la struttura delle piante è simile. Tuttavia, le piante hanno caratteristiche differenti: l'amla è considerata un fantastico rimedio per capelli deboli e diradati che non crescono, rinforza i bulib piliferi e migliroa la circolazione sanguigna del cuoio capelluto. Inoltre, l'Amla svolge un'azione riscaldante, aumenta l'energia e agisce sulle cellule del cuoio capelluto, stimolando i capelli e il loro funzionamento, quindi accelerando la crescita. 
  • Brahmi - un'altra erba abbellente e curativa che appartiene alla Ayurveda. Le donne Hindu utilizzano il brahmi mescolandola con oli naturali e applicandolo direttamente sui capelli e sul cuoio capelluto. Questa erba è ottima per i capelli scuri poichè intensifica il loro colore naturale. Inoltre, previene la caduta, supporta i processi di rinnovamento cellulare, combatte la forfora e protegge i capelli dai danni.
  • Bringaraj - le foglie tritate di Eclipta Alba non vengono aggiunte solamente agli oli, ma anche a qualsiasi tipo di lavaggi, balsami, shampoo e maschere. La bringaraj è ottima per i capelli se applicata durante l'oliatura perchè rinforza il cuoio capelluto, stimola i bulbi piliferi, li aiuta ad essere più saldi nel cuoio capelluto e previene una perdita di capelli eccessiva.
  • Foglie di Hennè - le donne di tutto il mondo amano questo ingrediente. L'hennè è un'alternativa alle tinte e ad altri prodotti chimici per colorare i capelli. È naturale e sicuro, e non danneggia i capelli. Le donne Hindu sostengono che l'hennè non solo intensifica il colore dei loro capelli, ma migliora anche la loro condizione. Quindi, anche chi non desidera modificare il colore dei capelli può applicare l'hennè per renderli più luminosi, morbidi e sani. 
  • Lillla indiano (Neem) - un albero considerato fantastico dalla Ayurveda. Questo albero è considerato quasi sacro dalle donne Hindu perchè sia gli oli estratti dalla pianta, sia le combinazioni realizzate con il suo legno possono accelerare la crescita dei capelli, renderli più spessi e rallentare una perdita eccessiva di capelli. Bisogna ricordare che il potere dell'olio di neem è così ottimo che il prodotto deve essere diluito con altri oli, come olio di cocco o di mandorla, per prevenire irritazioni. Inoltre, l'olio di lilla indiano è ottimo per disinfettare il cuoio capelluto e combattere la forfora, promuove la circolazione sanguigna e ristabilisce il pH della pelle. Questo olio può rinforzare i capelli dalle radici e promuovere la crescita. Esistono anche pettini realizzati in legno di neem, e vengono considerati uno strumento immancabile perchè massaggiano i capelli durante l'uso, e le donne Hindu sostengono che accelerano la crescita dei capelli e rinforzano le lunghezze. 


In che modo le donne giapponesi si prendono cura dei propri capelli - Olio di Camelia, Olio di Tsubaki ed Estratto di Bamboo

Per le donne giapponesi, il fulcro della cura dei capelli è la pulizia del cuoio capelluto. Per loro è impossibile avere capelli sani se la pelle della testa non è pulita, quindi non c'è da meravigliarsi se il mercato giapponese offre moltissimi scrub per cuoio capelluto, maschere per la pulizia del cuoio capelluto e oli naturali che non solo rinforzano i capelli, ma si occupano anche del cuoio capelluto. Grazie a ciò, la circolazione nel cuoio capelluto non viene disturbata e le cellule vengono costantemente esposte all'ossigeno, rendendo i capelli più radicati e consentendogli di assorbire meglio tutte le sostanze attive e nutrienti, al cui potenza si basa sulle sostanze naturali. Il principale agente detergente di molti prodotti per capelli giapponesi è una polvere ottenuta dalla lava. Inoltre, le donne giapponesi applicano spesso degli oli ai propri capelli, soprattutto olio di camelia e olio di tsubaki. Quando si parla di routine giapponesi bisogna ricordare che le donne cercano di evitare il sole, poichè credono che i capelli non debbano essere esposti alle dannose radiazioni UV. Le donne giapponesi adorano anche qualsiasi tonico composto da erbe o fiori, che rinforzano i capelli e prevengono la loro disidratazione. Bisogna anche menzionare che le donne giapponesi non considerano l'alcool un ingrediente invasivo nei cosmetici, ma sostengono che questa sostanza riscaldi il cuoio capelluto e migliori l'assorbimento dei nutrienti (la pelle trasporta le sostanze nutrienti alla struttura interna dei capelli più velocemente). Il Giappone è il paese che lancia le mode con i capelli: decorazioni con unicorni, sirene e altri tipi, incluse le Kanzashii (decorazioni create con cura e intrecciate con i capelli). Le sostanze abbellenti più usate sono:

  • Olio di Tsubaki - viene estratto da una pianta che produce fiori magnifici. Si dice che nessuno sappia quando il fiore nasce e quando muore. L'olio ottenuto da questa pianta è preziosissimo, si assorbe velocemente e può raggiungere lo strato più interno dei capelli. Praticamente, questo olio è perfetto per nutrire i capelli folti con bassa porosità, li rende più leggeri, morbidi e lucidi, e regola la produzione di sebo. 
  • Olio di Camelia - è un altro fantastico olio amato dalle donne giapponesi. Contiene molte vitamine (A, B, E) che rinforzano i capelli e prevengono una caduta eccessiva. Inoltre, l'olio di Camelia contiene una sostanza caratteristica di questa pianta dall'azione antiage. Si tratta infatti di un potente antiossidante che rallenta la comparsa di capelli grigi e promuove i processi di rinnovamento cellulare. 
  • Estratto di Isodon Trichocarpus - in Giappone chiamato kuro-bana hikiokoshi. Questa piccola pianta possiede foglie simili a quelle dell'ortica, e fiori viola che sembrano campane. L'estratto di questa pianta può velocizzare la crescita dei capelli, stimolare i bulbi piliferi e promuovere i processi di rinnovamento cellulare.
  • Sophora Angustifolia - l'estratto ottenuto da questa pianta è denso come il miele, e idrata perfettamente i capelli. Inoltre, è ottima quando mescolata con gli oli naturali o quando applicata come una maschera per capelli (svolge un effetto simile alla laminazione). La sophora angustifolia stimola la circolazione sanguigna nel cuoio capelluto e si prende cura di esso. 
  • Estratto di Bamboo - la cura dei capelli Giapponese si basa sugli estratti ottenuti dai germogli e dagli steli di bamboo. Possiede un odore fantastico e delle ottime proprietà ringiovanenti che lo hanno reso l'ingrediente chiave di shampoo, balsami, creme, oli, spray per capelli, maschere, creme per il corpo, etc. L'estratto di bamboo viene aggiunto a quasi tutti i tipi di cosmetici, e nutre i capelli, rinforzando la loro struttura e aiutandoli a rimanere freschi più a lungo, combattendo la secchezza.


In che modo le donne coreane si prendono cura dei propri capelli - massaggi per capelli, aloe e cuoio capelluto perfettamente pulito

Mentre la cura dei capelli in Giappone inzia con un cuoio capelluto perfettamente pulito, le donne coreane sono ossessionate da questo metodo di cura dei capelli. La pulizia del cuoio capelluto è una procedura che può essere svolta in casa o da un parrucchiere, e le donne coreane usano tutti i tipi di massaggi per capelli, che richiedono un cuoio capelluto pulito (che aumenta l'azione del massaggio). Inoltre, il clima coreano è caldo e afoso, quindi la detersione del cuoio capelluto è considerata ottima per idratare i capelli, e le donne coreane li lavano molto spesso. Credono che i capelli debbano essere lavati quando necessario, è il modo migliore sia farlo spesso e massaggiandoli in modo accurato. Sostengono che lo shampoo non debba essere applicato sulle lunghezze, precisamente sotto il livello delle orecchie. Un altro cosmetico molto apprezzato in corea è il siero per capelli, un prodotto molto utilizzato nel paese da secoli, che recentemente è stato scoperto anche in altre parti del mondo. Questo prodotto può essere applicato sulle punte o sulle parti danneggiate dei capelli. Il cuoio capelluto, i bulbi piliferi e le radici dovrebbero essere curati con un massaggio alle erbe. In Corea, i sieri sono chiamati "essenze", e sono prodotti ottimi non solo per la cura dei capelli, ma anche per quella del viso, delle mani e dei piedi.

  • Aloe - questo ingrediente è l'orgoglio delle donne coreane. La migliore forma di aloe è il gel, ed è caratterizzato da un assorbimento rapido, e viene ottenuto dalle piante che crescono sull'isola di Jeju, la terra più pulita e incontaminata della Corea. L'isola di Jeju è anche chiamata Isola dell'Amore perchè è bella, romantica e pulita, priva di smog e tossine, case e industrie, e l'aloe che cresce su questa isola conserva tutte le sue preziose caratteristiche. Le donne coreane applicano l'aloe sotto forma di siero (essenza) su capelli e cuoio capelluto, e la aggiungono all'olio di cocco per creare impacchi e a trattamenti. Come abbiamo già detto, il gel è la forma più comune di aloe: non va sul viso, è versatile, ed efficace. Agisce sui capelli grazie al suo contenuto di preziose vitamine (A, C, E e B) e acido folico, amminoacidi e minerali come calcio, sodio, potassio, ferro, magnesio, cromio, zinco, manganese, rame e acidi grassi. Inoltre, idrata capelli e cuoio capelluto, lenisce il cuoio capelluto e le possibili irritazioni, migliora la circolazione sanguigna, liscia i capelli e rinforza i bulbi piliferi.

Senza dubbio le donne coreane sono molto fiere dei loro capelli, e le acconciature più famose in Corea sono quelle che mettono in risalto la bellezza dei capelli forti e lucidi. Infatti, non c'è da stupirsi se il cosiddetto "caos controllato" dei capelli o il boho non siano molto popolari in questo paese asiatico, ma le donne coreane preferiscano indossare acconciature lisce e pulite, che possono stupire per la loro lucentezza e la forma perfetta. 


In che modo le donne russe si prendono cura dei propri capelli - Propoli, Cedro e Pino Siberiano

La Russia è un paese grande, quindi possiamo aspettarci che le donne russe si approccino alla cura dei capelli in diversi modi. Naturalmente le tecniche di cura dei capelli sono strettamente legate alla regione in cui si trovano, ma sorprendentemente quasi tutti i cosmetici contengono gli stessi ingredienti, ovvero:

  • Olio di Cedro - perfetto per capelli indeboliti e diradati. Stimola la circolazione sanguigna, promuove un funzionamento più efficiente dei bulbi piliferi e accelera la crescita dei capelli. Inoltre, questo olio è una preziosa fonte di proteine, uno dei blocchi costituenti dei capelli più importanti. Inoltre, l'olio di cedro può essere usato per dei trattamenti all'olio per capelli con il fine di curare capelli secchi e danneggiati. Le donne russe, prima di applicare l'olio di cedro spesso lo mescolano con altri oli naturali o con l'albume. Bisogna ricordare che l'olio di cedro potrebbe svolgere un'azione troppo potente sul cuoio capelluto se non diluito con altre sostanze naturali.
  • Olio di Pino Siberiano - è un olio prezioso considerato fondamentale in Russia. Viene ottenuto dai semi del pino siberiano, è denso e ricco di proteine. Inoltre, il pino siberiano promuove la crescita dei capelli e contiene una serie di vitamine del gruppo B, che contribuiscono al rinforzamento del fusto del capello e sono responsabili dell'accumulo di zolfo nella matrice dei capelli. 
  • Lievito - questo ingrediente viene usato in Russia da secoli per idratare i capelli. È ricco di vitamine del gruppo B, minerali (potassio, selenio, rame, magnesio, zinco, ferro e fosforo), oltre che tirosina, arginina e cisteina, importanti amminoacidi per l'organismo. In generale, il lievito svolge un'importante azione rinforzante e contribuisce al miglioramento di pelle, capelli e unghie. Infinte, le maschere per capelli e viso con il lievito sono tra le più famose in Russia.
  • Propoli - conosciuta anche come colla d'api. La propoli contiene il 40% circa di cere che formano uno strato protettivo naturale sui capelli. La propoli è ideale per la cura dei capelli in inverno perchè protegge dalle basse temperature e accelera i processi di cura, rigenera i tessuti e allevia le irritazioni del cuoio capelluto. La propoli è anche considerata un'eccellente protezione dalle tossine e dall'inquinamento atmosferico, e protegge l'epidermide da funghi, blastomiceti e forme gravi di forfora.
  • Olivello spinoso comune - spesso chiamato l'"ananas russo" delle olivacee. Questo arbusto può raggiungere i 6 metri di altezza, e produce frutti arancioni con il nocciolo. Dai frutti si ricava l'olio di olivello spinoso comune, molto usato dalle donne russe per i capelli. Questa pianta è una preziosa fonte di vitamine C, K, P, E, acido folico e acidi grassi saturi. Oltre a ciò, l'olio di olivello spinoso comune contiene anche micro e macroelementi (i più importanti sono manganese, ferro e boro). Questo ingrediente rinforza i capelli e svolge un'azione antinfiammatoria, rende i capelli più lisci e chiude le cuticole. Inoltre,ha un'azione lenitiva e antisettica, quindi è una sostanza perfetta per trattare i capelli grassi. L'olio di olivello spinoso comune è una delle sostanze naturali più utilizzate nei cosmetici per capelli.  

Non esitare a condividere la tua opinione sull'articolo con noi.


Commenti: #0


Aggiungi il tuo commento. Sarà pubblicato una volta approvato dal moderatore.
Olio di ricino
Spray termoprotettore
Olio di Argan
Olio di jojoba
Siero viso con vitamina C
Politica sulla riservatezza

Il nostro sito utilizza cookie, oltre a cookie di terze parti per gli strumenti esterni. Nel caso in cui l'utente non presti il proprio consenso, verranno utilizzati solo i cookie essenziali. Puoi modificare le impostazioni nel tuo browser in qualsiasi momento. Acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie?

Politica sulla riservatezza